Navigazione veloce

Visite guidate e viaggi di istruzione

Anno scolastico 2017/2018

Tutti i viaggi di integrazione culturale esigono una preventiva, adeguata programmazione didattica e culturale, predisposta dai Consigli di Classe fin dall’inizio dell’anno scolastico, per favorire il reale perseguimento degli obiettivi formativi.

Nel rispetto delle circolari ministeriali in tema di viaggi, si propongono pertanto delle indicazioni per far sì che le visite e i viaggi d’istruzione si configurino come esperienze di apprendimento e di crescita:

  1. La proposta della meta prescelta deve tenere conto degli obiettivi didattico – culturali concordati nel piano di lavoro proposto dal Consiglio di classe.
  2. Il rapporto qualità – prezzo dovrà essere analizzato con particolare attenzione affinché nessun ostacolo, di fatto, impedisca la più ampia adesione della classe ad una attività che vuole essere di completamento e di integrazione alla programmazione.
  3. Il progetto di viaggio va redatto completo della meta prescelta e di tutte le finalità didattico- culturali che l’iniziativa persegue.
  4. Le proposte dovranno essere presentate nel primo Consiglio di Classe che le approva con sua delibera. Successivamente sarà predisposto un modulo che compilato in modo dettagliato dai proponenti sarà firmato da tutti i componenti del Consiglio. I moduli dovranno essere presentati entro il Consiglio di Istituto successivo, affinché vengano esaminati per gli aspetti organizzativi dal docente che ricopre l’incarico della Funzione Strumentale. Nel progetto-proposta si metteranno i nomi del docente accompagnatore e di due docenti di riserva.
  5. Una volta in possesso di tutte le delibere dei vari Consigli di Classe, la Funzione Strumentale stenderà, nel più breve tempo possibile, un piano viaggi da sottoporre all’approvazione del Collegio docenti. Entro il 15 Gennaio sarà versato sul conto corrente intestato alla scuola da ciascun partecipante un acconto pari al 50% della quota presunta.
  6. Si provvede dunque alla richiesta di preventivi relativi ai viaggi con richieste precise e dettagliate
  7. Per assicurare la dovuta dignità didattica alla visita d’istruzione sarebbe opportuno assicurare la partecipazione di almeno i due terzi degli alunni regolarmente frequentanti la classe. In ogni caso, non dovrebbero essere prese in considerazione classi che non assicureranno la partecipazione di almeno la metà più uno degli alunni.
  8. I docenti accompagnatori devono appartenere ai Consigli delle rispettive classi e devono impegnarsi a collaborare per l’organizzazione dell’iniziativa.
  9. Non potranno essere effettuate visite d’istruzione nell’ultimo mese di lezioni.

Data     12 ottobre 2016                                                                                                       Firma             Cesira Renda

uscite didattiche e teatro 2018

bacheca padlet di documentazione